Sante Di renzo

dalla chimica all'editoria

Laureatosi in chimica, Sante Di Renzo consegue una seconda laurea in psicologia, dedicandosi poi alla psicoanalisi, pur non abbandonando i suoi pregressi interessi scientifici. 

Anzi, proprio per questa innata curiosità, si rafforza in lui il desiderio di conoscere dal vivo un autore le cui opere lo avevano molto colpito. Stiamo parlando del fisico Giuseppe Arcidiacono, divenuto poi suo grandissimo amico. Dal primo incontro tra Sante Di Renzo e Giuseppe Arcidiacono, dalla volontà di diffondere le idee e gli insegnamenti dello scienziato italiano, nasce la Di Renzo Editore, fondata nel 1985. 

Fra i primi testi pubblicati ci sono anche gli scritti del noto matematico italiano Luigi Fantappié, curati dallo stesso Arcidiacono, che ne era stato allievo. Ma la vera svolta editoriale arriva con la collana “I Dialoghi”: libri di piccolo formato, nati dai singoli incontri fra l’editore e i massimi esponenti mondiali della scienza, della sociologia, della filosofia, dell’economia e così via. 

Ogni incontro diventa l’occasione per sondare la vita del personaggio intervistato: la sua infanzia, il modo in cui è giunto alla propria scelta di vita e il racconto del proprio mestiere unito a opinioni e punti di vista che spaziano anche oltre l’ambito professionale. Molti degli autori intervistati da Sante Di Renzo, sono premi Nobel oppure hanno contribuito a scoperte fondamentali, che in qualche modo hanno segnato il progresso della loro disciplina. 

L’editore chiede loro di raccontare la propria storia, partendo dalle origini, dalla famiglia, dagli studi compiuti, dalle influenze ricevute o ricercate, nel tentativo di ricreare il fil rouge di una disciplina che oltre che professione è anche passione, creatività, progettualità e coinvolgimento personale. Sante Di Renzo intervista Anne Ancelin Schutzenberger “Credo che la parte più divertente e affascinante del mio lavoro sia il momento dell’incontro. 

È per questo che curo sempre di persona le interviste”, dichiara l’editore. Una scelta, quella di seguire vis a vis i suoi autori, che lo ha portato a viaggiare molto, attraverso gli Stati Uniti e l’Europa, spingendolo ad arrivare persino in Siria. “Per me non esiste un’intervista più interessante di un’altra” – commenta Di Renzo – “Ogni volta è come la prima volta. Mi piace ascoltare storie e quelle che mi raccontano sono sempre diverse. Però devo ammettere che ho un debole per gli scienziati, perché sanno vivere con ottimismo: parlano sempre al futuro e della vita”.

Così, andandosi a cercare autore dopo autore il fior fiore della cultura, la Di Renzo Editore si è creata una nicchia di mercato dedicata alla divulgazione di qualità. “Sono sempre sorpreso dall’entusiasmo con il quale gli autori accolgono la mia proposta di fare un libro semplicemente raccontandosi” spiega l’editore. “Ormai è come se vivessi in una comunità virtuale di amici, perché con molti di loro sono rimasto in contatto anche dopo l’uscita del libro. 

Alcuni mi presentano persino i loro colleghi, che a loro volta me ne presentano altri… È un po’ come una grande famiglia, alla quale ogni giorno mi affeziono un po’ di più”. Decisamente una sana ricetta per un’editoria a misura d’uomo. Contatti: direnzo@direnzo.it Visitare il sito santedirenzo.com riguardanti le attività regolatorie.